In Progress MFN

Nel 2014 nasce IN PROGRESS MFN, il laboratorio produttivo finalizzato allo sviluppo di progetti audiovisivi rivolto a giovani registi, il primo workshop italiano dedicato a questa fase fondamentale nella nascita di un film. MFN propone da anni iniziative rivolte a giovani professionisti del cinema e dell’audiovisivo con l’obiettivo di connettere la città e il suo sistema post-formativo alle migliori esperienze europee, su standard artistici e produttivi internazionali. IN PROGRESS è il punto di arrivo di questa esperienza, nel 2019 affiancato dallo spin off di IN PROGRESS LAB, rivolto a un pubblico di studenti e appassionati di cinema, giovani autori e professionisti dell’audiovisivo.

 

MILANO FILM NETWORK 

presenta

IN PROGRESS MFN 2022 – 7a edizione

Laboratorio per lo sviluppo produttivo di progetti audiovisivi

con il sostegno di Fondazione Cariplo e in collaborazione con Filmmaker

Milano Film Network ha deciso di rinnovare anche nel 2022 il suo sostegno ai giovani autori italiani e di confermare il suo impegno ad accompagnarli nella fase cruciale di sviluppo delle loro opere. Dal 2014 Milano Film Network pone proprio lo sviluppo al centro di un percorso che lo identifica come momento importante e critico del processo creativo e realizzativo, spesso trascurato nel sistema italiano e da cui dipendono l’esito concreto delle idee cinematografiche e gran parte della struttura organizzativa, produttiva e finanziaria di un film. Ritorna così la call di IN PROGRESS MFN, il primo e unico laboratorio produttivo finalizzato allo sviluppo di progetti audiovisivi, rivolto ad autori e registi italiani.

Si è conclusa con oltre 80 candidature da tutta Italia la call di In Progress MFN 2022, tra cui sono stati selezionati 14 tra autrici e autori a partecipare al workshop:

Beniamino Barrese (Battaglia)
Federico Barni (Enclave)
Giacomo Bolzani (titolo tbd)
Giulia Casagrande (Case)
Davide Crudetti (Il grande buco)
Elisabetta Falanga (titolo tbd)
Federico Francioni e Gaël de Fournas (Dar L Waldin)
Andrea Gatopoulos (Fero)
Rosa Maietta (Creature di un sol giorno)
Valentina Manzoni (Silent Blue)
Jacopo Miliani (Sunglasses at Night)
Andrea Benjamin Manenti (I Have to Fuck Before the World Ends)
Antonio Morra (titolo tbd)
Castrense Scaturro (Il Memoriale)

Il percorso si articola tra intense sessioni di lavoro con mentor e tutor individuali e una serie di approfondimenti teorico-pratici condotti da professionisti di profilo internazionale, che affrontano i temi chiave con cui gli autori sono chiamati a confrontarsi nel momento in cui sviluppano un progetto.
Cinque incontri, anche grazie alla collaborazione con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, confluiranno anche quest’anno nel format di IN PROGRESS LAB, spin off del lab aperto a tutti i giovani professionisti del settore, in programma tra il 7 aprile e il 24 maggio.

L’esperienza, alla sua settima edizione, si basa sulla trentennale attività di sostegno alla produzione di Filmmaker (grazie alla quale sono stati prodotti i primi film di Studio Azzurro, Bruno Bigoni, Silvio Soldini, Alina Marazzi, Michelangelo Frammartino, Giovanni Maderna, Paolo Vari, Martina Parenti) rinnovata con successo negli ultimi anni da MFN. Il format è stato inaugurato nel 2013 con il workshop “Nutrimenti terrestri, nutrimenti celesti” e successivamente si è perfezionato con le edizioni di In Progress MFN dal 2014 al 2021.

>>> Tutte le case histories di successo dei progetti sviluppati nelle passate edizioni di In Progress MFN: premi, co-produzioni e selezioni ai festival.

Il progetto 

Attraverso il presente bando, Milano Film Network intende sostenere gli autori nello sviluppo e nella realizzazione di film e progetti audiovisivi innovativi nel linguaggio, nelle tecniche, nei contenuti e nella modalità produttive. L’intero progetto è finalizzato allo sviluppo di idee cinematografiche che, una volta formalizzate in progetti realizzativi, verranno selezionate e sostenute dal punto di vista creativo, organizzativo e finanziario.

La call di In Progress MFN 2022 è aperta a progetti di finzione, documentari e sperimentali.

Il workshop vedrà nel 2022 la partecipazione, come membri del board di mentor dei progetti selezionati, di Leonardo Di Costanzo (A scuola, L’intervallo, L’intrusa, Ariaferma), Michelangelo Frammartino (Il dono, Le quattro volte, Il buco), Carlo Hintermann (The Dark Side of the Sun, The Book of Vision). Il percorso si aprirà con un incontro introduttivo con Alessandro Rossetto (The Italian Banker, Piccola Patria, Effetto Domino).

I tutor saranno Alice Arecco, Gaia Formenti, Raffaella Milazzo, Luca Mosso e Giulio Sangiorgio. L’attività di mentoring e tutoring è individuale per ciascun autore.

Il percorso formativo si articola, in parallelo al mentoring e tutoring, in una serie di approfondimenti teorico-pratici condotti da professionisti di profilo internazionale, che affronteranno tutti i temi chiave con cui gli autori sono chiamati oggi a confrontarsi nel momento in cui sviluppano un progetto che si vuole capace di accedere al mercato: tra gli altri, Eddie Bertozzi (programmer Festival di Locarno e buyer per Academy Two), Alessandro Gropplero (programmer Settimana della Critica di Venezia e direttore del co-production forum europeo When East Meets West), Franco La Cecla (antropologo esperto di cinema e arti visive).

A chi si rivolge

A tutti gli autori, italiani o stranieri residenti in Italia, che alla data di scadenza del bando abbiano realizzato almeno un lavoro audiovisivo presentato pubblicamente.

Come presentare la domanda

La prossima call di In Progress  sarà lanciata nel mese di gennaio 2023.

Per partecipare alla selezione, occorre presentare un progetto di film o audiovisivo articolato nei seguenti materiali:

  1. a) auto-presentazione dell’autore (max 2000 caratteri) e motivazioni rispetto al progetto presentato (max 2000 caratteri) 
  2. b) curriculum con filmografia (formato libero max 2000 caratteri)
  3. c) link al lavoro/i realizzati in precedenza (preferibilmente vimeo o youtube)
  4. d) sinossi del progetto in sviluppo (max 2000 caratteri). È data piena libertà di genere e durata.
  5. e) intenzioni di regia (max 2000 caratteri)
  6. f) indicazione degli elementi di fattibilità del progetto (accesso a personaggi e ai luoghi, ricerche effettuate ed eventuali sopralluoghi, ecc), ed eventuali collaborazioni creative e produttive (max 2000 caratteri) e della eventuale iscrizione e/o partecipazione ad altri lab o programmi industry nei mesi del workshop
  7. g) contatti personali e professionali, eventuale sito personale e pagine social

Ai candidati pre-selezionati potrà essere richiesto un incontro preliminare conoscitivo.

Scadenza e luogo di presentazione delle domande

Le domande di ammissione devono essere caricate compilando l’apposito form online entro e non oltre il 6 marzo 2022.

Modalità di partecipazione e calendario

Una commissione nominata dal Milano Film Network seleziona un massimo di 15 candidati ai quali verrà richiesta una conferma scritta di partecipazione e il versamento di una quota di iscrizione di euro 1000 + iva.

>>> Consultabili qui le agevolazioni che le Film Commission e i fondi regionali mettono a disposizione dei partecipanti.

Gli incontri si terranno in parte onsite e in parte online, in sessioni intensive durante i fine settimana nel periodo compreso tra il 26 marzo e il 31 luglio 2022.

Al termine di questo percorso, i candidati selezionati dovranno elaborare un dossier artistico-produttivo relativo al progetto audiovisivo sviluppato, che verrà valutato da una giuria esterna composta da esperti del settore e nominata dal Milano Film Network. Alla valutazione della giuria saranno ammessi solo gli elaborati presentati dai candidati che avranno partecipato almeno al 75% degli incontri. Gli autori presenteranno i progetti sviluppati e i dossier elaborati alla 8a edizione dei Milano Industry Days – MID by MFN #1, che avranno luogo a settembre, con momenti di presentazione e di one to one session con produttori e professionisti italiani e internazionali, al termine dei quali la giuria assegnerà le borse di sviluppo.

Il MFN sosterrà infatti economicamente i migliori progetti con due borse di sviluppo, la prima di 5.000 e la seconda di 4.000 euro. Ulteriori premi e agevolazioni creative e produttive potrebbero essere comunicate a breve.

Le decisioni delle commissioni, dell’organizzazione e della giuria sono inappellabili.

Norme generali

L’atto dell’iscrizione comporta l’accettazione delle seguenti condizioni minime:

  1. Riportare nei titoli di testa delle produzioni audiovisive realizzate il logo del Milano Film Network, accompagnato dalla dicitura: “Opera realizzata con il contributo di Milano Film Network, nell’ambito del workshop di sviluppo IN PROGRESS MFN 2022”.  
  2. In caso di premi, a) Primo Premio IN PROGRESS MFN 2022 di Milano Film Network b) Premio speciale della giuria IN PROGRESS 2022 di Milano Film Network con relativo logo.  
  3. Concedere l’utilizzo a titolo gratuito delle opere realizzate a partire dai progetti sviluppati a In Progress per proiezioni organizzate dal Milano Film Network e dai festival che lo compongono all’interno delle attività istituzionali.
  4. L’accettazione delle condizioni del presente bando, della privacy policy del Milano Film Network e di Filmmaker Festival (disponibile a questo link), e l’iscrizione alla newsletter del Milano Film Network e dei festival ad esso associati.

Per ulteriori informazioni: workshop@milanofilmnetwork.it.

>>> IN PROGRESS 2021

Al termine del percorso, i candidati selezionati hanno elaborato un dossier artistico-produttivo relativo al progetto audiovisivo sviluppato, che è stato valutato da una giuria nominata dal Milano Film Network, composta dai tre mentor e da Giulia Achilli (produttrice, Dugong), Pedro Armocida (Direttore del Festival di Pesaro e Segretario Generale del SNCCI), Marie-Pierre Duhamel (curatrice e programmatrice cinematografica) e Nico Marzano (Head of Cinema dell’ICA – Institute of Contemporary Arts di Londra).

Prima Borsa di sviluppo di 5000 euro a
MUOStri di Francesca Scalisi – Per la capacità di legare la storia di una famiglia con quella sociale e politica più ampia di una regione e del mondo.
Due borse della giuria ex aequo di 2000 euro a 
Shura di Davide Palella – Per il lavoro di ricerca indirizzato alla rifondazione dell’immagine attraverso i suoi elementi genetici: la luce e il suono.
Luce d’agosto di Matteo Incollu – Per la visione favolistica di una comunità e dei suoi miti raccontata anche attraverso la dimensione onirica dell’infanzia. 
Una borsa offerta dal MiX Festival Internazionale di cinema LGBTQ+ e cultura queer a 
Una ballata delle zantraglie di Camilla Salvatore – Per la passione rabbiosa che sottende l’intero progetto, per i riferimenti visivi potenti, per la forte rivendicazione dell’identità femminile e soprattutto l’urgenza della narrazione evidente anche nell’esposizione del progetto.

Il booklet dei progetti sviluppati nel corso del workshop 2021 è scaricabile qui: DOSSIER MID_In Progress 2021

– – – > IN PROGRESS LAB 2021

– – – > IN PROGRESS LAB 2020