Milano Industry Days – MID by MFN

I Milano Industry Days – MID by MFN, sono le giornate del cinema indipendente italiano a Milano. Dal 2015, è l’evento industry dedicato a un pubblico di professionisti del settore con cui si concludono i due progetti che Milano Film Network dedica a due fasi fondamentali del lavoro su un film, lo sviluppo e la post-produzione: In Progress e L’Atelier MFN.

6ª edizione MILANO INDUSTRY DAYS – MID by MFN

con il contributo di MIBAC – Direzione Generale Cinema e Comune di Milano

L’Atelier MFN e In Progress Lab

(novembre – dicembre 2020)

Per il sesto anno consecutivo, Milano Film Network (MFN) ha rinnovato l’appuntamento con le giornate professionali rivolte al mondo del cinema italiano indipendente, i Milano Industry Days- MID, quest’anno per la prima volta online. Iniziati a novembre  con gli incontri di formazione In Progress Lab, i Milano Industry Days si sono conclusi il 17 e  18 dicembre con la 6ª edizione di L’Atelier MFN 2020, il primo fondo di sostegno alla post-produzione di lungometraggi italiani.

Il dossier dei Milano Industry Days 2020 con le schede dei film in post produzione selezionati per l’ATELIER MFN è disponibile qui.

L’ATELIER MFN (17-18 dicembre 2020)

Si è appena conclusa la 6a edizione di L’Atelier MFN, l’evento industry con cui MFN intende dare un aiuto concreto ai film in lavorazione oltre che un’opportunità di networking ai registi e produttori italiani con lo scopo di facilitare l’accesso al mercato e al circuito dei festival internazionali dei loro film in post produzione .

All’Atelier MFN condotto dalle curatrici  Alice Arecco e Alessandra Speciale con la collaborazione di Antonio Pezzuto, hanno partecipato 67 accreditati industry tra registi, produttori, distributori, buyer, commissioning editor, direttori e programmatori di festival italiani e internazionali.

I registi e produttori dei 7 work in progress selezionati (su 53 film iscritti al bando) hanno presentato un estratto di 30 minuti dei loro film e, alla fine delle proiezioni, sono state organizzate quattro ore di incontri one-to-one.

CINEMA DEI RAGAZZI di Demetrio Giacomelli – prod: Controra Film, Casa delle Visioni Srl (Gianfilippo Pedote), Lab 80 Film; MOTHER LODE di Matteo Tortone – prod: Wendigo Films (Alexis Taillant, Nadège Labé), Malfé Film (Margot Mecca), C-Side Productions (Benjamin Poumey); NESSUN POSTO AL MONDO di Vanina Lappa – prod: La Sarraz Pictures srl (Alessandro Borrelli), Les Films d’Ici (Serge Lalou); RE GRANCHIO di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis – prod: Ring Film (Tommaso Bertani), Shellac Sud, Volpe Films; TOUCHÉ di Martina Moor – prod: Nanof (Filippo Macelloni); L’ULTIMA VOLTA di Gianluca Matarrese – prod: Altara Films (Giovanni Donfrancesco) e Bocalupo Films; WE ARE LIVING THINGS di Antonio Tibaldi – prod: En Maze Pictures, Radical Plans (Haider Rashid), Berta Film (Stefano Mutolo).

Tra i festival internazionali e nazionali presenti all’evento: Mostra del Cinema di Venezia, Giornate degli Autori di Venezia, Settimana della Critica di Venezia, Berlinale, Locarno IFF, Karlovy Vary IFF, Festival Annecy Cinéma Italien, Torino Film Festival, Pesaro Film Festival, Trieste Film Festival, Torino Film Lab. Tra i commissioning editor televisivi e distributori internazionali e nazionali: Rai Cinema,  Fandango, I Wonder, Amarena Film, Pluto Film, Intramovies, MovieDay, Picture Tree International, Academy Two.

I PREMI DELL’ATELIER MFN 2020

La GIURIA di L’Atelier MFN 2020, composta dai partner  Valentina Andreoli, Riccardo Annoni, Carlotta Cristiani e presieduta quest’anno da Beatrice Fiorentino (Delegata Generale della Settimana della Critica di Venezia) ha assegnato i seguenti premi:

>Premio Milano Film Network di 6.000 euro

L’ULTIMA VOLTA di Gianluca Matarrese

Motivazione: passando attraverso la comunicazione dei corpi e il gioco erotico, il film  indaga l’essere umano al di là del principio di piacere, aprendosi a interrogativi universali scanditi da pulsioni di vita e di morte: desiderio, amore, solitudine, perdita, senso di colpa. Un percorso di intima e sofferta complicità attraverso il quale si riscrive l’eterna dualità tra Eros e Thanatos.

Menzione Speciale della Giuria:

RE GRANCHIO di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis

Motivazione: le potenzialità di un progetto che rivela un’idea di cinema ambiziosa e potente, linguisticamente audace ma anche fedele alla tradizione di racconto del cinema italiano, perché il film si muove alla ricerca di nuove possibilità di intreccio tra realtà e finzione, verità e leggenda.

>1 color grading offerto da Start (Riccardo Annoni) in collaborazione con MFN:

NESSUN POSTO AL MONDO di Vanina Lappa

>1 tutoring di montaggio offerto da Carlotta Cristiani e Valentina Andreoli in collaborazione con MFN:

NESSUN POSTO AL MONDO di Vanina Lappa

>1 master DCP sottotitolato “on screen”, da Start in collaborazione con MFN:

MOTHER LODE di Matteo Tortone

>Premio FICTS (Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs)  di 1.000 euro per un’opera che promuova la cultura delle discipline sportive attraverso il potere dell’immagine consegnato dal Presidente Franco Ascani:

TOUCHÉ di Martina Moor

Uno dei progetti finalisti di L’Atelier MFN sarà selezionato da When East Meets West e Trieste Film Festival e presentato a This is IT il 25 gennaio 2021. Dal 2017, infatti,  Milano Film Network ha attivato una partnership con When East Meets West e Trieste Film Festival, e in particolare una sinergia con This is IT con l’obiettivo di offrire una duplice opportunità ai produttori italiani, aumentando le possibilità di individuare partner distributivi sia a livello nazionale che internazionale.

In Progress LAB 2020

E’ stata rinnovata anche la proposta di In Progress LAB, nato nel 2019 come spin off del workshop di sviluppo In Progress MFN: una serie di incontri, quest’anno online, organizzati da Milano Film Network in collaborazione con Filmmaker festival e Civica Scuola di Cinema “Luchino Visconti” di Milano. Indirizzati a un pubblico di studenti di cinema, giovani autori, produttori e professionisti dell’audiovisivo, gli appuntamenti di In Progress LAB offrono una visione dall’interno dei problemi creativi, organizzativi e distributivi che un giovane autore si trova ad affrontare agli inizi del suo percorso professionale.

Questi gli appuntamenti di In Progress LAB 2020 che hanno avuto luogo tra il 26 novembre e il 4 dicembre 2020: La progettazione del film, una lezione di Carlo S. Hintermann, regista e produttore di “The Book of Vision” presentato alla 77a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, sugli aspetti organizzativi di una produzione cinematografica; Nel laboratorio di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, i registi di “Guerra e Pace”, in concorso nella sezione Orizzonti della 77a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, sono stati al centro di tre conversazioni sul loro lavoro: dal tema della messa in forma del reale, alla peculiare organizzazione produttiva fino alla composizione della colonna sonora dei film.